I

1971-2014

 

Nel millenovecentosettantuno

di anni io ne avevo già ventuno

e il quattro ottobre, come per magia,

entrai a lavorare in ferrovia.

 

Qualifica: Assistente di Stazione,

Fognano fu la mia destinazione,

lontano da Firenze, giù in Romagna,

là nella valle che il Lamone bagna.

 

Ma solo poco svolsi la mansione

perché passai di già Capostazione

e a Bùcine venni trasferito,

poi a Terontola come un invito.

 

Con il berretto rosso e la paletta

facevo partire i treni in tutta fretta:

vedevo il Settebello e l’Arlecchino

sfrecciare sui binari, lì vicino.

 

Ma nel novanta, per la promozione,

dovetti poi lasciare la stazione

ed esser trasferito in conseguenze

al Centro Operativo di Firenze.

 

“Nono Livello” era il mio traguardo,

e controllavo i treni con ritardo,

curando sempre le coincidenze

e pór rimedio pure all’emergenze.

 

Pensavo di restarci solo un poco…

Ma gli anni son volati come un gioco,

e senza alcun rimpianto né tensione

anch’io ho raggiunto il dì della pensione.

 

Claudio Lucheroni

1 Dicembre 2014

 

Torna alla pagina iniziale