RICORDI E PENSIERI

di

ALVARO SGARAGLI

A cura di Claudio Lucheroni.

 

A Terontola tutti conoscono Alvaro Sgaragli, la sua simpatia, il suo sorriso.

Anche i bambini che frequentano la scuola primaria con suo nipote Andrea, quando lo vedono, lo salutano da lontano: “Ciao Alvaro!”

Alvaro ha vissuto una vita ricca di esperienze, piena di emozioni ed ha il dono di saper raccontare tutto in modo semplice, come lo scorrere di un fiume, a volte più ondoso, a volte placido e tranquillo.

Dal fluire delle sue parole nasce quasi una melodia, che accompagna i più piccoli e fa tornare indietro nella memoria coloro che sono stati giovani con lui.

Dai ricordi di Alvaro emergono figure umane nettissime: i suoi genitori, gli amici, i vicini di casa, ognuno con tratti personali e caratteristici, ciascuno con un soprannome, un microcosmo che lo ha fatto crescere e gli ha dato qualcosa in cui credere per tutta la vita.

E’ bello conoscere persone come Alvaro, è importante sapere che esistono, con il loro bagaglio di ricordi da comunicare ai bambini che stanno crescendo, per mostrare che la vita è fatta di qualcosa di importante: essere sereni e andare d’accordo con gli altri, cercando di vedere sempre il lato positivo delle cose.

Per questo tutti vogliono bene ad Alvaro: lui della vita ha sempre saputo cogliere le cose più belle e le ha preservate per condividerle con noi tutti.

Alvaro ha raccolto questi ricordi come un tesoro, a cui attingere nei momenti più bui, e come loro hanno saputo dare luce alle sue giornate, così ci possono aiutare a scoprire le nostre radici: le tradizioni dei nonni, le feste, i paesaggi incontaminati, il mondo dei bambini di allora, tra cui c’era anche Alvaro, con i suoi giochi e le sue avventure.

Così con questo libro i ricordi di Alvaro diventano anche i nostri e daranno luce ai nostri giorni bui, parlando direttamente al nostro cuore.

 

Mara Jogna Prat

 

(Arti Tipografiche Toscane, Cortona, Maggio 2007.)

Torna alla pagina iniziale