CESARINA PERUGINI

 

   

 

PERUGINI CESARINA, nata a Seano di Cortona il 17-01-1951, abita fin dalla più tenera età a Terontola.

Laureata in Filosofia, svolge attività, di insegnamento.

Collabora da alcuni anni con il giornale quindicinale "L’Etruria", con articoli sul territorio

 

   

 

POETI

 

Vagano, errando,

tra uniformi muri

di nero grigio

e scintillii mendaci,

strappando a morsi

la vischiosa tela

ove murato è il cuore. 

Girano estranei

tra aridi silenzi,

cercando invano

le mani tese,

i volti sorridenti,

i teneri colori,

i battiti ed i voli...

A sera,

gettan le membra stanche

tra l'erba dolce

e il sussurro del mare.

 

Ma nella notte

vibra l'infinito

e l'anima graffiata,

ancor dolorante,

cullano favole antiche.

 


 

 

 

CORTONA

 

Romita, fra i seni silenti di bruma,

solare tu posi Cortona

e sotto il piè d'ulivi argentei

dormi vestigia inviolate di Tirreni.

 

Sant'Egidio il dorso offre a Tramontana

perché si plachi

né dardeggi, impetuosa la tua pace.

 

Né osò sfiorare austere mura Annibale

ch’odio eterno giurò

contr'ogni stirpe di Marte.

 

Ma certo il ventre di dolor piegasti

quando vedesti rosseggiar, fra le nebbie lacustri

il sangue de’ tuoi figli

se è vero che di te Dardano fu padre

e tu madre d'Ilio e di Iulo.

 

Tra i mendicanti laceri, smarrita,

l'ovile ritrovò del Pastor doloroso,

madonna Margherita penitente. 

A la reliquia, su lucente, vetta,

volgesi ognun che, peccatore, brama

l'abbraccio del Buon Padre

stringersi ancora al petto.

 

E il viandante, che nella valle corre,

carco il pensier d'affanni,

tua nobil aurea incanta.

E sosta allor e sale

a ricercar

fra il muschio delle crepe odorose,

di vicoli muffiti,

antico l'uomo.

 

 

 

TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE